Sostegno alla Genitorialità


Sostegno alla genitorialità

Parent training ha come scopo il cambiamento nelle modalità del genitore di interagire con il proprio figlio e di reagire ai suoi comportamenti. Il training del genitore offre uno spazio di riflessione sui temi dell’accudimento, della relazione, della comunicazione, al fine di evidenziare e promuovere stili interattivi ed educativi “funzionali”. Gli incontri semi-strutturati (in genere almeno 10) possono essere riservati alla singola coppia o prevedere la partecipazione di altre coppie con problematiche simili. Esso è piuttosto mirato e tende a distinguere le problematiche coniugali dagli aspetti relativi all’educazione dei figli. Gli incontri servono a preparare i genitori al cambiamento e hanno l’obiettivo di rendere espliciti i pensieri e i comportamenti dei genitori nei confronti del figlio davanti alle specifiche problematiche trattate.


Valutazione psicodiagnostica del minore

quando si effettua una valutazione con bambini e adolescenti, è indispensabile utilizzare un “approccio di tipo sistemico”, ovvero coinvolgere nella raccolta di informazioni tutte le figure di riferimento che ruotano attorno al bambino (genitori, insegnanti, ecc.): per raccogliere informazioni sul funzionamento-adattamento del minore in tutti gli ambiti di vita (famigliare, scolastico, sociale ecc.). Spesso, infatti, succede che alcuni problemi si manifestino solo in un ambito di vita (come ad esempio il mutismo selettivo o il disturbo della condotta limitato al contesto familiare).


Valutazione psicodiagnostica del minore

In ogni caso, il punto di partenza sono le informazioni acquisite dai genitori, le cui aspettative e la cui motivazione alla terapia giocano un ruolo fondamentale nella fase successiva del trattamento. Dopo la raccolta della storia clinica del minore e della famiglia (anamnesi), si procede con la valutazione “diretta” del minore, che prevede una serie di colloqui volti ad indagare:

- la sua percezione del problema - la motivazione alla terapia - la qualità della vita e l’adattamento nei vari ambiti - il quadro sintomatologico (quale problema, di che entità, a che livello di pervasività)
Gli strumenti utilizzati variano a seconda dell’età e del livello di sviluppo del minore: vanno dall’osservazione dell’interazione genitori-bambino, al gioco, al disegno, ai test proiettivi e psicologici, fino ad arrivare alle tecniche del colloquio clinico.

Contattaci per Fissare un Appuntamento!

06 4544 8571